giovedì 29 ottobre 2015

L'inclinazone dell'Asse di Rotazione


Ognuno di noi ha la possibilita’ di far parte di un tempo e uno spazio gia’ precostituiti o intraprendere la strada di cio’ che ancora non esiste , ma che potrebbe esserlo....la scelta di questi due percorsi alternativi , ma tuttavia complementari, in quanto non si puo’ decidere di prescindere completamente dalla realta’ (nel secondo caso) , orienta la nostra esistenza.

La domanda da porsi e’ in questi termini . Supponiamo che esista un concetto universalmente riconosciuto di benessere che contempli un equilibrio perfetto tra benessere materiale e benessere spirituale. Questa condizione di equilibrio presuppone due opposti Il BENESSERE materiale , Il BENESSERE spirituale . Lungo la catena tra questi due emisferi inquadrabili come , Il polo Nord e Il polo Sud ci passa il Mondo .....allora la conseguenza di questa prima analisi e’ questa : se e’ vero che dobbiamo protendere ad una condizione di equilibrio , potremmo tutti, in questa Terra Immaginaria, vivere all’equatore ? la risposta e’ No....

L’asse su cui ruota  la Terra, pero’, e’ molto importante affinche’ le condizioni climatiche del Pianeta e le condizioni di vita in generale non deteriorino ed e’ per questo che l’inclinazione (conseguenza dell’angolo creato dall’asse di rotazione) del pianeta verso il Benessere Economico o la Spiritualita’, peggiora o migliora le condizioni di vivibiita’ di tutti.

Allora la nuova condizione di equilibrio diverra’ : perseguire l’interesse individuale e collettivo in un unicum.

E’ possibile ...? SI . Dipende da quanto sia inclinato il nostro asse di rotazione verso l’emisfero materiale rispetto a quello spirituale.

Questa regola vale per tutti , ma vale ancor piu’ per i grandi detentori di potere economico, i quali , pensando di garantire attraverso l’avidita’ una condizione di benessere per se stessi e le proprie dinastie, dimenticano che questo pianeta e’ vissuto milioni e milioni di anni non per intercessione e controllo umano ma grazie al supporto e l’influenza di entita’ che sono al di fuori della sfera umana e che, se il bene ha creato, e il male distrugge , dovremmo sempre ricordarci che alla fine la battaglia e’ stata vinta dall’Altissimo. Qualcuno, ovviamente , dubita anche di cio’ perche e’ convinto (io parlerei di incoscienza) che all’inferno si stia meglio che in paradiso ....vuoi per il caldo perenne , vuoi per la compagnia.

Ci potrebbe esser anche un’altra evenienza.....la mancanza di Credo . A quel punto l’uomo va in (Overconfidence) e : crede di aver creato, poter creare, avere la facolta’ di distruggere e avere la capacita’ di rigenerare, avulso da ogni influenza divina. In altre parole , nell’istante in cui l’essere umano non crede, tende a volersi sostituire a DIO. Probabimente e lo dico con umorismo , in questo caso, Dio ha concesso troppo quando ha plasmato a sua immagine e somiglianza...

Torniamo un attimo a Noi ....Se il Mondo in questo momento si fermasse si salverebbe. A questo punto qualcuno dice : questo e’ impazzito.

Preso atto che i tempi non sono in continua evoluzione ma che e’ lo spazio in continua evoluzione , ridimensionando il concetto di spazio avremo salvato il Pianeta e Noi.

La domanda da porsi e’ questa e senza che siano altri a decidere per noi, ma noi stessi : quale spazio , in questo pianeta chiamato Terra e nell’arco di Vita che vivro’ DEVO occupare per perseguire una mia condizione di benessere (perseguendo entrambi le sfere di cui sopra)  e quella degli altri ?

E non e’ come vogliono farci credere la corsa verso : Nuove Tecnologie, Nuovi Consumi, Nuovi Bisogni la condizione di assoluto equiibrio ....ma e’ ad un passo indietro.

Detto cio’ , spero di aver trasmesso qualcosa di quello che la mia mente avrebbe voluto dirVi e che il messaggio sia, non dico Chiarissimo , ma Abbastanza... :-)

Alla prossima ....